CAP Fattura Elettronica Estero

La fattura elettronica, entrata in vigore il 1° Gennaio 2019, presenta ancora alcune lacune e mancanze. Oggi vi parliamo del CAP.

Il CAP, meglio noto in Italia con il nome di Codice Avviamento Postale è una serie di lettere e cifre che si aggiunge all’indirizzo con lo scopo di individuare con maggiore semplicità la posizione delle stesso.

Come definito nel tracciato dell’Agenzia delle Entrate il parametro CAP è un campo obbligatorio quando dobbiamo inserire un dato di tipo indirizzo, come l’indirizzo della sede della società che emette la fattura oppure come l’indirizzo della persona o dell’azienda che deve ricevere la fattura.
Nelle specifiche e nel tracciato rilasciato viene specificato che il CAP deve avere un preciso formato, 5 caratteri di tipo numerici.

La fattura elettronica è stata strutturata per essere utilizzata principalmente tra enti facente parte del territorio Italiano.
Se infatti si fa riferimento alla tipologia e formato dei vari CAP presenti sul territorio Italiano il loro formato soddisfa le caratteristiche ed il formato descritto nel tracciato della fattura elettronica.

Come meglio raccontato nel seguente articolo l’Agenzia delle Entrate ci permette di poter emettere una fattura ad una società estera (motivo principale è l’esonero dal dover emettere l’esterometro).
Nel caso in cui quindi la nostra fattura elettronica fa riferimento ad un soggetto estero allora la regola imposta sul CAP dal tracciato della fattura elettronica decade. Infatti i CAP di altri paesi, come per esempio quello del regno unito, hanno differenti formati: possono contenere sia numeri che lettere e possono essere di lunghezza differente di 5 caratteri.

Come emettere una fattura elettronica per l’estero?

Nel caso in cui il CAP estero sia delle stesso formato di quello Italiano (lungo 5 caratteri e formato solo da numeri), come per esempio Francia e Repubblica di San Marino, possiamo emettere la fattura elettronica come sempre.

Nel caso in cui il CAP estero sia di differente formato da quello Italiano (come per esempio il CAP di un certo quartieri di Londra “SW1E 5JD” ), inserendo questo valore nel campo CAP del nostro destinatario la nostra fattura elettronica verrà scartata dall’Agenzia delle Entrate con il seguente codice di errore

Cod.00200 - File non conforme al formato : The value of element 'CAP' is not valid

Per poter far accettare la nostra fattura l’unico modo oggi possibile è quello di inserire il CAP nell’indirizzo ed impostare il valore CAP con uno dei seguenti due valori :

  • 1) 00000
  • 2) 99999

L’Agenzia delle Entrate potrebbe risolvere semplicemente questo problema rimuovendo il controllo sul CAP oppure eseguire il controllo di validazione solamente se il paese dell’indirizzo sia Italiano.